coperta_maledetto_toscano_demagi

Il formaggio del meditatore

Immaginate di trovarvi in una serata con una buona compagnia di amici e una bottiglia di un rum d'eccellenza, su un dondolo in giardino sotto le stelle o su una comoda poltrona di fronte il camino del salotto. Riuscite a immaginarlo? E riuscite a sentire lo scoppiettio caldo del camino,  il fresco fruire della brezza? E l'aroma speziato del rum?
Allora, starete provando anche quel senso di incompletezza, apparentemente senza motivo in uno scenario conviviale talmente perfetto. Eppure, qualcosa manca. Se non riuscite a capire cosa, qui troverete la risposta: il Maledetto Toscano.

rum_sigaro_05

Cos'è? Un formaggio riserva, realizzato con latte di pecora pastorizzato e caglio di capretto, che gli dona una prepotente ma piacevole nota pungente.
Alla vista si presenta in forma nuda, cilindrico e leggermente irregolare poiché modellato con fascere e non con fustelle di plastica, con un diametro che varia tra i 22 e i 30 cm, con facce piane ma leggermente concave e uno scalzo da 12 cm dritto. La colorazione marrone della crosta è dovuta, oltre che alla sudorazione durante la stagionatura minima di 12 mesi, al trattamento in superficie con olio e aceto di vino, ma, soprattutto, all'ultima essenziale fase di affinamento effettuata con fumo di tabacco di sigaro toscano, di cui mantiene il sentore nella crosta.
Ma l'eccellenza di questo formaggio non consiste solo in questo: tagliandolo, infatti, sarete inondati dal colore giallo paglierino di una pasta compatta ma allo stesso tempo friabile e leggermente occhiata, con spessore medio di un'unghia. L'odore è un misto di note aggressive e intense, altre più delicate e vegetali di burro fuso e frutta secca tostata.
L'accompagnamento con rum (o se si preferisce con whiskey) e sigaro toscano è perfetto per un pezzo così unico nel suo genere. Dei distillati il Maledetto toscano riprende la sapidità intensa e piccante e, al contempo, la lunghissima persistenza di equilibrio e gradevolezza. A una temperatura tra i 4°C e gli 8°C, il Maledetto può essere conservato per un massimo di 180 giorni, 120 nel caso in cui sia in confezione sigillata. 

cheese_immagine_interna 

Il Maledetto toscano può essere ritenuto l'alimento conviviale per eccellenza, o anche il formaggio da meditazione per antonomasia, purtroppo di disponibilità limitata e numerata. Può essere divertente cimentarsi a provare e scoprire i diversi e migliori accostamenti con grandi vini (meglio ben profumati e corposi) o distillati diversi da rum.
Dopo questa descrizione scommettiamo che non desiderate altro che assaggiarlo e verificare tutte queste irresistibile caratteristiche? Potete farlo andando a Bra (CN) alla nona edizione del Cheese, dal 20 al 23 settembre. Lì avrete modo di conoscere a fondo il Maledetto toscano e, finalmente, di assaggiarlo.